loghi IRCCS E. Medea , Associazione La Nostra Famiglia


[] Chi Siamo
[] Mission
[] La struttura
[]
[] Le sedi
[] Lombardia
[] Veneto
[] Friuli
[] Puglia
[]
[] Informazioni
[] Codice Etico
[] Organo di Vigilanza
[] CUP Prenotazioni
[] URP Relazioni
con il Pubblico
[]
[] Centro Ausili
[] Ricerca scientifica
[] Corsi e Convegni
[] Scuola e formazione
[] Editoria
[] Biblioteca scientifica
[]
[] Comunicati stampa
[] Ufficio stampa []
[] Contatti[][]

Privacy Policy

[]

sostienici

cerca

 

ufficio stampaComunicato stampa dell'irccs eugenio medea

Cerca comunicati

Archivio

19-09-17: Il Medea alla Conferenza Internazionale sul danno cerebrale acquisito in eta' pediatrica

Mercoledì 20 settembre un gruppo di specialisti dell’Istituto Scientifico “Eugenio Medea” – La Nostra Famiglia di Bosisio Parini terrà un corso precongressuale alla II Conferenza Internazionale sul “Danno cerebrale acquisito in età pediatrica” (Second International Conference on Paediatric Acquired Brain Injury), congresso promosso dalla Associazione Internazionale di “Brain Injury” (IBIA), nella sua sezione pediatrica.

Il corso dal titolo “Valutazione e trattamento neuropsicologico e psicologico del bambino con danno cerebrale acquisito: dai disordini della coscienza fino a rientro scolastico” sarà introdotto dalla relazione di Sandra Strazzer (Neurologo, capo dell’Area Neurofisiatrica del “Medea” ed esperta di Cerebrolesioni acquisite in età infantile). La dottoressa farà un intervento per inquadrare il corso all’interno dell’esperienza pluridecennale dell’Istituto e della Unita Operativa delle Cerebrolesioni Acquisite di Bosisio Parini. Seguiranno cinque relazioni, tenute dalle psicologhe e dalla pedagogista del Servizio Cognitivo Comportamentale dell’Area Neurofisiatrica: Susanna Galbiati, responsabile del Servizio, presenterà l’attività psicologica all’interno dell’Unita Operativa delle Cerebrolesioni Acquisite in età infantile; Katia Colombo parlerà sulla valutazione e il trattamento riabilitativo del bambino con disordini di coscienza (stato vegetative e minima coscienza); Valentina Manfredi presenterà la valutazione dei bambini rispetto ai disturbi neuropsicologici e comportamentali; Monica Recla spiegherà i trattamenti riabilitativi in questo ambito. Conclude le presentazioni Loredana Stella, pedagogista dell’Area Neurofisiatrica, parlando del reinserimento scolastico e sociale di questi bambini.

Oltre al Corso, gli specialisti del Medea terranno anche un Simposio sulle tecniche innovative per la ripresa del cammino dopo lesione cerebrale acquisita. Elena Beretta, fisiatra, insieme al fisioterapista Daniele Panzeri del Medea, con il collega Maurizio Petrarca dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, presenteranno il trattamento innovativo dei bambini tramite robotica e realtà virtuale immersiva. Contribuirà al Simposio Erika Molteni, da poco trasferita dal Medea a Londra come Associate Researcher, University College London, Department of Medical Physics and Bioengineering.

Entrambe queste iniziative denotano l’alto livello delle proposte che sono erogate all’interno dei percorsi riabilitativi dell’Istituto Medea nei confronti dei bambini che dal pieno benessere si ritrovano improvvisamente, dopo un trauma cranico o altro evento, nella condizione di disabilità grave. Offrire loro il meglio della riabilitazione è sicuramente un passo importante per riprendere a vivere in modo sereno e un modo per attuare le indicazioni del Fondatore dell’Associazione La Nostra Famiglia, il beato Luigi Monza: ognuno deve provare una grande responsabilità nei confronti di questi bambini e cercare di “fare bene il bene”.

06-Feb-2017 - © I.R.C.C.S. Medea