loghi IRCCS E. Medea , Associazione La Nostra Famiglia


[] Chi Siamo
[] Mission
[] La struttura
[]
[] Le sedi
[] Lombardia
[] Veneto
[] Friuli
[] Puglia
[]
[] Informazioni
[] Codice Etico
[] Organo di Vigilanza
[] CUP Prenotazioni
[] URP Relazioni
con il Pubblico
[]
[] Centro Ausili
[] Ricerca scientifica
[] Corsi e Convegni
[] Scuola e formazione
[] Editoria
[] Biblioteca scientifica
[]
[] Comunicati stampa
[] Ufficio stampa []
[] Contatti[][]

Privacy Policy

[]

sostienici

cerca

 

ufficio stampaComunicato stampa dell'irccs eugenio medea

Cerca comunicati

Archivio

27-11-14: Nuova organizzazione ospedaliera per il Medea di Brindisi

30 posti letto di alta specialità riabilitativa per le disabilità più complesse dell’età evolutiva e giovane adulta.

A partire da mese di ottobre l’IRCCS Eugenio Medea – Associazione La Nostra Famiglia ha realizzato una nuova organizzazione dell’attività ospedaliera erogata nel polo di Brindisi.

Le due unità operative di neuroriabilitazione di 15 posti letto ciascuna, già operanti da 10 anni nel polo pugliese, sono state infatti integrate in un'unica unità operativa di neuroriabilitazione con 30 posti letto.

La nuova unità, partendo dalle Linee guida per le attività di riabilitazione emanate dal Ministero della Salute nel 1998, dal successivo Piano di indirizzo per la Riabilitazione del Ministero della salute del 2011 e dalla storica e riconosciuta specificità della Associazione La Nostra Famiglia e dell’IRCCS Medea per l’età evolutiva e giovane adulta, si configura come Unità per le Disabilità gravi dell’età Evolutiva e Giovane Adulta (UDGEE e GA), con l’obiettivo di continuare a farsi carico dei complessi e gravi problemi diagnostici e valutativi nel settore della neurologia dello sviluppo e dei conseguenti percorsi di neuroriabilitazione.

La nuova unità operativa complessa, diretta dal Dott. Antonio Trabacca, continuerà l’azione del polo pugliese nella direzione dell’alta specialità riabilitativa, funzione riconosciuta dalla Regione Puglia e portata avanti come un servizio di elevato livello, a valenza regionale e extraregionale. In questi anni essa ha implicato, infatti, un’attività che ha richiesto particolare impegno di qualificazione professionale, mezzi e attrezzature, in quanto rivolta alle disabilità più complesse, come quelle connesse alle malattie rare, per il cui trattamento è richiesta l’acquisizione di adeguate esperienze e l’integrazione con altre branche altamente specialistiche.

Inoltre l’unità operativa continuerà a essere il luogo deputato a specializzare ai fini della Ricerca Scientifica tutta l’attività clinico-assistenziale, secondo le finalità specifiche di un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico.

Infatti il Medea di Brindisi è impegnato in una importante attività scientifica con pubblicazioni a livello nazionale e internazionale e in progetti di ricerca volti a migliorare la qualità della vita di tanti bambini con problemi di disabilità, ricerche che cominciano a mostrare la loro capacità di essere sempre più applicative.

06-Feb-2017 - © I.R.C.C.S. Medea