NOTIZIARIO SULLE ASSISTIVE TECHNOLOGY


NOTIZIARIO SULL'USO DELLE TECNOLOGIE PER MIGLIORARE LA VITA DELLE PERSONE CON DIFFICOLTÀ, DEI LORO FAMILIARI E DEGLI OPERATORI PROFESSIONALI CHE SI OCCUPANO DI LORO.

A cura dei Centri Ausili - IRCCS E. Medea - Ass. "la Nostra Famiglia"

 

 

Collabora con noi

Giugno 2016 - Sommario:

L'ordine di presentazione delle notizie è cronologico: le più recenti sono più in alto.


5. Al cinema con app per non vedenti.
4. IntendiMe: soluzione hardware e software per non udenti.
3. Servizio Elisir di assistenza alla comunicazione dei cittadini sordi.
2. Microsoft: risorse per una progettazione accessibile.
1. Convegno: "La sperimentazione umbra sulla vita indipendente".

 



5. Al cinema con app per non vedenti.

Grazie ad un update dell’applicazione Disney Movies Anywhere, già presente da molto tempo sul mercato americano, lo spettatore non vedente potrà vedere il prossimo film Pixar "Alla ricerca di Dory" al cinema. Basterà infatti scaricarla sul proprio iPhone o iPad (per il momento il servizio non è disponibile per Android) e indossare le sue cuffiette. L’app permette al telefono di ascoltare l’audio del film in sala tramite il microfono e di sincronizzare di conseguenza una traccia pre-registrata che descrive cosa accade sul grande schermo nei momenti in cui non ci sono dialoghi. In questo modo chi si sta godendo il film può ascoltare sia l’audio originale della pellicola che la descrizione proveniente da Disney Movies Anywhere. In realtà, la maggior parte dei film in America hanno a disposizione una traccia creata appositamente per i non vedenti, ma si tratta di un servizio offerto da pochi cinema selezionati. Per la prima volta, invece, Disney offre la possibilità ai suoi spettatori di possedere la traccia audio sul proprio smartphone.

Torna al sommario



4. IntendiMe: soluzione hardware e software per non udenti.

La tecnologia IntendiMe si compone di una placchetta sensore e un braccialetto e software di gestione. Il cuore della tecnologia è la speciale placchetta, grande poco più di una moneta da due euro, che percepisce anche i suoni più particolari. Attaccata sulla fonte sonora prescelta (campanello, allarme, telefono), appena rileva un suono, l’utente riceve una notifica sul proprio smartphone, tablet o bracciale, che vibreranno e si illumineranno. La rilevazione del suono è immediata, proprio perché la placchetta viene attaccata fisicamente sulla fonte sonora.

Per maggiori informazioni: IntendiMe

Torna al sommario



3. Servizio E-lisir di assistenza alla comunicazione dei cittadini sordi.

Il sistema, tecnologicamente innovativo, funziona attraverso l'uso del tablet. Il servizio, è realizzato dalla Video Assistenza Mobile srl. Si tratta di una applicazione che traduce un linguaggio visuale, la LIS – Lingua Italiana Segni – in una lingua parlata per dar modo alle persone sorde di comunicare in tempo reale, nella loro vita quotidiana, anche in assenza di accompagnatori che svolgano per loro la funzione di interprete. Il servizio e-lisir è di utilizzo gratuito per gli utenti sordi, a pagamento per gli Enti e le aziende pubbliche e private che hanno rapporti con utenti e visitatori. Dal 2015 il servizio E-lisir è operativo a Roma presso l'Università e il Policlinico di Roma Tor Vergata, in alcuni punti di informazione turistica e presso l'info-dell'Opera Romana Pellegrinaggi. Ora è stato donato anche alla Fondazione Bambino Gesù Onlus.

Torna al sommario



2. Microsoft: risorse per una progettazione accessibile.

E' disponibile sulla piattaforma Microsoft, un'ampia sezione di risorse per gli sviluppatori per una programmazione di contenuti che rispettino i criteri di accessibilità. Si tratta di materiali diversificati: guide, e-book, video che introducono criteri e vincoli per una progettazione di software ed applicazioni accessibili.

Per maggiori informazioni: Piattaforma Microsoft

Torna al sommario



1. Convegno: "La sperimentazione umbra sulla vita indipendente".

Il 6 giugno a Terni, verranno presentati i risultati della prima sperimentazione su - Vita Indipendente ed inclusione nella società delle persone con disabilità - cofinanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Regione Umbria e realizzata dal Centro per l’Autonomia Umbro, sede anche della FISH Regionale. Il progetto ha visto il coinvolgimento di numerose persone con disabilità residenti nella Zona Sociale n. 10 dell’Umbria e si è articolato su diverse linee di azione tra cui la quella che ha previsto la realizzazione di una piattaforma applicativa, unica nel suo genere, che consente di offrire, di volta in volta, una valutazione personalizzata dei livelli di accessibilità e fruibilità di diverse strutture e l’indicazione di quali barriere e ostacoli la persona con disabilità incontri nell’accedervi. In tal modo, infatti, una volta caricati sulla piattaforma i dati relativi alle caratteristiche delle strutture e quelli riguardanti il funzionamento delle persone con disabilità, è possibile ottenere informazioni personalizzate in merito alla fruizione di tali spazi da parte della persona, essenziali per garantire alla persona stessa di partecipare alla vita sociale e anche, su un altro versante, per offrire ai servizi pubblici la possibilità di migliorare la propria capacità di includere tutti e tutte».

Per maggiori informazioni: Programma

Torna al sommario



Consulta l'ARCHIVIO del Notiziario sulle Tecnologie Assistive



 

Informausili